inaugurazione della prima casa arcobaleno

La notizia: Il 2 luglio 2019, e’ stata inaugurata  Casa Arcobaleno, prima di una serie di strutture per i giovani che hanno subito discriminazioni e violenze in famiglia, per il loro orientamento sessuale o identità di genere. La casa, messa a disposizione dalla cooperativa Spazio Aperto, sarà aperta con il sostegno economico del comune di Milano, offerto anche per la parata e per una serie di campagne di informazione e sensibilizzazione, soprattutto legate alle malattie sessualmente trasmettibili, a cui è stato destinato un fondo di circa 500 000 euro, oltre alla presenza di alcuni rappresentati dell’amministrazione comunale agli eventi del Pride Month.  milano

La casa si trova in zona Forze Armate e potrà ospitare un massimo di tre persone per un tempo massimo tra i sei e gli otto mesi. Durante questo periodo i ragazzi saranno aiutati a livello psicologico, legale, lavorativo ed educativo da un personale selezionato, al fine di permettergli di vivere indipendentemente, dopo aver lasciato la struttura.

 Il progetto è stato annunciato dall’assessore alle Politiche Sociali, Salute e Diritti del comune di Milano Pierfrancesco Majorino attraverso un videomessaggio proiettato alla presentazione del Milano Pride 2019 a Palazzo Marino.

dove:        Milano

notizia :   2 Luglio 2019

segnalata da:   Grazia

commento:  Il rispetto dell’identità sessuale anche nella sofferenza e fragilità

Credo che,  affrontare dal profilo etico, senza superficialità e moralismi, il tema del rispetto della identità sessuale della persona “LGBT”, in qualsiasi situazione essa venga a trovarsi  ma  soprattutto se  di sofferenza e dolore, richieda una serie di approfondimenti che,  per ovvi  motivi, ora non  potranno essere trattati.
I concetti su cui,  penso,  varrebbe però la pena che ciascuno di noi si soffermasse almeno un po’ a riflettere, sono  semplici :

  • cos’è l’ “identità” di ciascuno di noi?
  • come si specifica poi nel segno della “sessualità” ?
  • e soprattutto, come si specifica nell’ambito di una “persona sofferente o fragile”?
  • quale è il valore del “rispetto” prima della persona per se’  stessa, e quindi  di  chi la accosta, a cominciare dai  più intimi, dai familiari?
  • In ultimo, l’essere umano deve avere uguali diritti e doveri!

Ecco, forse, il doloroso cammino discriminatorio e di violenza  per l’orientamento sessuale  o di identità di genere, di queste persone LGTB, potrebbe essere evitato se coloro  i quali  (spesso i familiari stessi, amici), si soffermassero  a riflettere su questi punti.

Facciamolo anche noi,  per smettere di  ledere la loro  dignità e di ferire la loro sensibilità piu’ intima.

Link a:

http://www.ilpuntoh.com/milano-apre-casa-arcobaleno-casa-di-accoglienza-per-vittime-di-omofobia-e-transfobia-in-famiglia/

https://globalist.it/news/2019/06/18/a-milano-apre-la-casa-arcobaleno-per-tutti-i-giovani-rinnegati-dalle-famiglie-perche-gay-2043070.html

https://www.blmagazine.it/una-casa-arcobaleno-a-milano-per-accogliere-i-ragazzi-lgbt-discriminati/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...