torna TrentaMi IN VERDE

la notizia:      Si chiama  TrentaMi IN VERDE la nuova iniziativa sviluppata dal gruppo Genitori Antismog e Fiab Milano Ciclobby, su progetto dell’architetto urbanista Matteo Dondè, in collaborazione con il Comune di Milano, con i cittadini di Nolo Social District e gli attivisti del Collettivo Mobì. Consiste nella realizzazione di spazi a misura di pedone e nella rivitalizzazione di un’area da tempo “terra di nessuno”, in cui le auto sfrecciano a velocità ben più alte del consentito. Ne nascerà uno spazio da vivere: ci sarà innanzitutto una Zona 30 (con limite a 30 chilometri orari)  tra via Rovereto e lo spiazzo a forma di semicerchio di via Giacosa, all’ingresso del parco Trotter, percorribile con carreggiata ristretta di 1,10 metri, marciapiedi più larghi e abbelliti dal verde.
E poi fioriere e spazi di sosta in cui fermarsi a leggere e riposare. La sperimentazione sarà attiva sino al mese di luglio e potrà essere facilmente replicata in altri quartieri della città.

dove:        Milano, via Rovereto, dal 4 Aprile al 7 Luglio trentami-banner

 

segnalata da:   Gianni

 

fonte: esperienza diretta, notiziari locali

 

commento:  “La più grossa critica, se così di può chiamare, ricevuta a seguito della prima sperimentazione che abbiamo realizzato nel 2018 al Corvetto è che era durata troppo poco!” – ha dichiarato l’architetto urbanista Matteo Donde’, consulente e progettista delle associazioni per questo progetto. Dondè che per primo ha portato le sperimentazioni di zone 30 partecipate in Italia, ha aggiunto “così quest’anno a NoLo, anche grazie alla grande collaborazione ricevuta dai cittadini del quartiere, abbiamo progettato l’intervento per una durata di 3 mesi. L’obiettivo di questi interventi di urbanismo tattico è di far “toccare con mano” i vantaggi della velocità ridotta e della riqualificazione dello spazio pubblico creando il consenso necessario alla buona riuscita dell’intervento finale”.
Fra le modifiche sperimentali  c’è la riduzione della sezione della carreggiata al minimo consentito dal codice della strada (5,5 metri), in modo da disincentivare la velocità dei veicoli e consentire recupero di spazio per il verde. Vengono inoltre ridotti i raggi di curvatura agli incroci attraverso l’ampliamento dei “golfi” dei marciapiedi, per evitare che le auto svoltino troppo velocemente e così da ridurre anche il tempo di attraversamento della da parte delle persone e aumentare la visibilità reciproca tra automobilisti e pedoni. Zona 30 Rovereto 2
I risultati attesi di questa sperimentazione sono: migliore vivibilità delle strade a velocità moderata, riduzione del rumore e dello smog, maggiore sicurezza e migliore qualità dello spazio pubblico. Nello spazio pubblico recuperato vengono introdotti elementi di verde: fioriere e vasi, che saranno curati dal Nolo Social District e Core-Lab. Sono state inoltre inserite delle sedute per favorire l’aggregazione e la socialità in strada.

Sono previsti diversi appuntamenti per discutere di come funziona la sperimentazione: il primo si è tenuto mercoledì 8 maggio e si sono condivisi i risultati positivi dell’iniziativa.

link a:  https://www.milanotoday.it/video/rovereto-trentami-verde.html

http://www.chiamamilano.it/notizie/april-05th-2019

http://www.ciclobby.it/cms/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...